Dubai Hotel & Tour Booking


Una delle caratteristiche distintive di Dubai – in verità, una delle tante – sono proprio i tipici mercatini (a volte anche molto estesi), chiamati in arabo souk o souq, dove scoprire infinite creazioni artigianali, spesso pregevoli, di certo emblematiche delle antichissime tradizioni degli Emirati

Shopping window in a souk in Dubai

Shopping window in a souk in Dubai

Nei quartieri storici, i souk mantengono il loro look originario, fatto di botteghe ricolme di merce, vetrine multicolore, con all’esterno ripiani e banchi su cui sono esposti i pezzi più attrattivi. I materiali più usati sono il legno e i metalli, con cui vengono creati i classici pugnali e stiletti di varie dimensioni, riproduzioni di animali in scala, oggettistica per la casa (tipo vasi, piatti, bicchieri, coppe, portacenere, cofanetti, scacchiere, suppellettili – anche da scrivania – e così via), le famose shisha (le pipe d’acqua) e complementi d’arredo. Un posto d’onore spetta poi ai cibi di sempre, in particolare i legumi e la frutta secca: una vera parata di delizie, colorate e croccanti, disposte in bellavista in capienti contenitori l’uno di seguito all’altro, che creano un invitante tappeto di bontà.

Banco di legumi e frutta secca in un souk di Deira, Dubai

Banco di legumi e frutta secca in un souk di Deira, Dubai

L’atmosfera che si respira è informale, distesa e movimentata. Gironzolare nelle stradine, da una bottega all’altra, significa immergersi nelle tradizioni e nella cultura degli Emirati Arabi, scoprendo le straordinarie abilità manuali e artigiane che si celano dietro intriganti creazioni. Scegliere cosa acquistare diventa così difficile: tanti sono gli oggetti che attraggono, in alcuni casi si resta affascinati dalle spiegazioni dei commercianti, che permettono di scoprire usi e costumi, abitudini domestiche, piccoli riti e stratagemmi sconosciuti ma accattivanti agli occhi del visitatore straniero.

Tra una vetrina ed una bancarella, sarà poi piacevole lasciarsi andare alla scoperta dell’henné: l’arte di dipingersi le mani ed i piedi con motivi floreali e astratti, tipica della popolazione nomade dei Beduini, la si può esperire a costi contenuti. Si può scegliere il motivo e se realizzarlo su uno o più arti. Il “dipinto” sarà pronto in pochi minuti, che saranno seguiti da una decina di minuti durante i quali lasciar asciugare l’henné. Dura in media circa due settimane (chiaramente sbiadendo un po’ nel tempo) e non ha alcun tipo di controindicazione, essendo del tutto naturale.

Qualsiasi articolo o servizio si voglia acquistare nei souk, è importante ricordare che il prezzo va sempre negoziato: il venditore partirà “alto”, sapendo che dovrà poi concedere uno sconto, spesso non da poco. Converrà perciò “lanciarsi” in spericolati tagli al costo, di cui il commerciante fingerà di sorprendersi, trovandoli “inaccettabili”. La trattativa durerà non poco e di certo le parti dovranno cedere un po’, per giungere infine ad un accordo che soddisferà entrambi i contendenti e si concluderà con il pagamento ed il contestuale invito a comprare ancora questo e quest’altro!

Nei centri commerciali, i cosiddetti Shopping Mall, vengono inoltre riprodotti i tradizionali souk in chiave contemporanea: una versione modena della tradizione, con un accento però più lussuoso e molte griffe internazionali, a differenza dei souk classici, dove invece tutti gli articoli sono di produzione locale.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s