Dubai Hotel & Tour Booking

I trasporti a Dubai


Dal Metro all’avanguardia, agli efficienti Taxi e ai suggestivi Dhow…

Una novità assoluta nel panorama dei trasporti in tutta le Penisola Arabica: il Metro a Dubai, inaugurato il 09.09.09 alle 09.00h di sera con eccezionali festeggiamenti e risonanza su numerosi media internazionali, ha aperto la strada ad una concezione del tutto nuova  dei trasporti a Dubai. E non solo. In effetti, prima del 2009 il traffico aveva raggiunto livelli notevoli di congestione e ancora oggi, nonostante l’apertura di due linee della metropolitana, resta molto intenso nelle ore di punta. Tuttavia la… strada è quella giusta: i lavori per l’apertura di ulteriori linee e fermate procedono a ritmi elevati, tanto che la prossima linea sarà inaugurata già nella primavera del 2011, mentre ancora durante l’inverno saranno aperte nuove stazioni delle due linee già attive: la rossa e la verde.

L’ultratecnologica subway di Dubai è senza autista, teleguidata a distanza e offre livelli di servizi e comfort molto avanzati. Pensate che potrete connettervi a internet tramite la rete WI-FI in tutte le stazioni e, soprattutto, su tutti i treni! Ogni stazione offre peraltro una gamma di servizi di ristorazione, informativi, di telecomunicazioni, di assistenza sanitaria, di sicurezza e d’intrattenimento, oltre ad una ben distribuita rete di parcheggi nelle immediate vicinanze, che consentono di lasciare l’auto e di proseguire nel proprio viaggio all’interno di Dubai senza l’assillo del traffico. L’opinione pubblica si dichiara molto soddisfatta del servizio (mentre prima dell’apertura si era sofferto parecchio in città, con opinioni contrastanti sull’effettiva utilità di tutto il progetto), che offre anche un forte sollievo all’ambiente in termini di emissione nell’atmosfera di CO2 grazie alla crescente quantità di residenti che lasciano l’auto a casa o l’utilizzano solo per raggiungere (magari da una zona residenziale fuori città oppure da un altro Emirato) la più vicina stazione del Metro.

Le tariffe, tanto dei biglietti singoli che degli abbonamenti, sono decisamente abbordabili e variegate il più possibile: ci sono anche diverse classi sui treni, così che ognuno riesca a scegliersi la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

E’ pur vero, tra l’altro, che a Dubai esiste un precursore del Metro: la Monorotaia di Palm Jumeirah, lanciata un paio d’anni prima del Metro. Si tratta appunto di un treno, sempre teleguidato a distanza, che collega il Tronco della Palma “centrale”  (“sorella” delle Palme Jebel Ali e Deira) ai vari Rami (inclusa la stazione all’interno della splendida Atlantis the Palm) con numerose corse giornaliere e tempi di percorrenza più che rapidi. Non è underground, bensì viaggia in sopraelevata, vantando peraltro una silenziosità sorprendente.

Servizio taxi ad Atlantis, the Palm

Servizio taxi ad Atlantis, the Palm

Per tutte le zone non collegate e gli orari in cui il Metro non è attivo, esiste comunque un’efficiente rete di taxi (sono addirittura più di 9.000), che garantiscono una capillare presenza sul territorio, anche se può comunque capitare, in certi momenti della giornata e in punti periferici, che ne sfilino diversi senza fermarsi, perché già prenotati altrove via radio. Molte anche le aree di sosta dedicate e, particolarità molto carina, il Ladies Taxi Service, un servizio offerto dalle donne alle donne e alle famiglie. Sono infatti sempre più le donne con esigenze di mobilità a Dubai, una città in cui il tasso di occupazione femminile è molto alto, sia a livello dirigenziale che impiegatizio. Per scelta culturale, le donne taxiste servono una clientela esclusivamente femminile oppure le famiglie, garantendo estrema attenzione e puntualità. Tra l’altro, indossano una divisa molto elegante, corredata addirittura di guanti bianchi e vantano indiscutibile garbo comunicativo, accanto a ineccepibile professionalità.

Naturalmente sono presenti anche gli autobus pubblici in tutta la città, ma questo è effettivamente il servizio meno ottimale, poiché la quantità di vetture ed il numero di corse è al di sotto delle esigenze. Vengono utilizzati per lo più dagli operai, essendo comunque estremamente economici.

I trasporti a Dubai rivestono tuttavia un ruolo importante anche via mare: oltre ai vari porti commerciali e turistici, in cui attraccano navi-crociera, yacht e panfili battenti le pià svariate bandiere internazionali, le imbarcazioni a nostro avviso più affascinanti sono i dhow e gli abra, tipicamente in legno e, nel primo caso, con doppia prua. Un tempo erano il mezzo di trasporto dei pescatori e dei coltivatori di perle, mentre oggi rappresentano anche un utile e piacevole modo per spostarsi lungo tutto il Creek e non solo, sia a scopo lavorativo che turistico. Sono infatti molte le escursioni, minicrociere e tappe di tour offerte dai dhow, che garantiscono anche un vero e proprio servizio di taxi d’acqua. Prenderli anche solo per raggiungere la propria meta offre così la possibilità di ammirare Dubai dal mare, uno spettacolo che val sempre la pena di vivere!

Comments on: "I trasporti a Dubai" (8)

  1. E’ vero quello che stanno annunciando da più parti, e cioé che tra poco aprirà la terza linea di metro e anche nuove stazioni per le linee già esistenti?

    Quando sono stato a Dubai nella primavera 2009, era tutto in costruzione, c’erano cantieri dappertutto e non mi sembrava davvero che i lavori per le prime due linee si sarebbero conclusi in pochi mesi, visto che il 09.09.09 c’è stata l’inaugurazione. Evidentemente lì i lavori pubblici hanno dei tempi molto diversi rispetto all’Italia…

    • Sì, è vero. Sarà la Linea Verde (Green Line) ad aggiungersi alle due già esistenti. 18 stazioni collegheranno due vasti quartieri molto importanti della città: Deira e Bur Dubai.

      Deira è il distretto commerciale di Dubai, ricco di alberghi, ristoranti, centri commerciali, il famoso Gold Souk e la splendida Corniche, il kilometrico lungomare che vedrà addirittura più di una fermata della nuova linea.

      Bur Dubai è il vero centro della città, in cui si concentra il meglio di tutto, sia in termini turistici che finanziari e immobiliari. L’apertura della Green Line è prevista entro agosto 2011; con molta probabilità la si farà coincidere con una data particolarmente significativa durante il Ramadan, così come si fece con l’inaugurazione generale del Metro.

      Qualche mese prima, ossia già in primavera 2011, riteniamo entro aprile, saranno aperte infine tutte le fermate della Red Line che erano ancora in corso d’opera.

  2. giovanni said:

    Ho sentito dire che a Dubai i taxi funzionano bene da diversi amici che ci sono stati. Ma c’è qualcosa che non ho capito bene su come viene calcolata la tariffa.
    E’ vero che non tengono conto della durata della corsa? Come è possibile?

    • Accidenti se è possibile! Funziona così: il tassametro calcola semplicemente la distanza tra il punto di partenza e quello di arrivo, non tenendo conto del tempo trascorso a bordo e perciò evitando salassi dovuti alle peak hours, ossia quegli orari della giornata in cui il traffico raggiunge picchi molto elevati.
      In Italia (e in diversi altri Paesi europei) restare imbottigliati nel traffico significa non solo perdere tempo prezioso, arrivare in ritardo ad appuntamenti o perderli del tutto e accumulare stress ma anche, danno oltre alla beffa, pagare una cifra tanto più esagerata quanto più è durato l’ingorgo.
      Negli Emirati Arabi, invece, a parità di percorso pagherai sempre lo stesso importo, a prescindere se avrai impiegato ad esempio, 15 o 30 o 45 minuti…
      Incredibile? Forse. Ma terribilmente vero.
      Ti invitiamo anche a leggere il nostro articolo su mymedina.com dedicato proprio a questo argomento, dal titolo “Viaggiare in taxi a Dubai“, che ti fornisce ulteriori e utilissime informazioni sui trasporti a Dubai.

  3. Leggo con attenzione e con stupore , l’esistenza di tali opere , realizzate con tecnologie avanzatissime. Mi domando,come la metopolitana è estesa sul territorio visto che Dubai è praticamente a livello del mare ? Sarebbe interessante capire, strutturalmente come è stata realizzata.!

    • Non è solo Dubai, a livello del mare, poiché tutti gli Emirati, in realtà – tranne in parte Fujairah, l’unico Emirato che si affaccia sì sull’Oceano Indiano ma è anche attraversato dalla catena montuosa delle Hajjar Mountains – sorgono direttamente sul mare. Trattandosi quindi di un vastissimo territorio del tutto pianeggiante, non si sono incontrate particolari difficoltà geologiche nei lavori di realizzazione, soprattutto perchè si tratta di una metropolitana di superficie che, intelligentemente, è stata costruita in posizione sopraelevata, il che offre il vantaggio di non “togliere” spazio vitale al già congestionato traffico automobilistico né innanzitutto ai pedoni, sfruttando invece l’altezza, come avviene anche riguardo alle abitazioni a Dubai, sempre più sviluppate in verticale.

  4. … quindi anche per un tourista è semplicissimo spostarsi nella metropoli di Dubai!? Se leggo questo blog, sembra una cosa facilissima davvero. Mi affascina molto il Ladies Taxi Service! Se mi dovessi trovare allora a Dubai, per usufruire di questi taxi come si fa? Si possono prenotare telefonicamente o come????
    Invece spostandosi con la Metro, viene garantito la sicurezza dei viaggiatori?
    Grazie e saluti

    • Sì, effettivamente è semplice spostarsi a Dubai, sebbene in alcune zone non sia sempre facile trovare un taxi disponibile, poiché la domanda è elevatissima e, malgrado l’offerta superi le 9.000 unità, nelle ore di punta a volte bisogna avere un po’ di pazienza. Il Metro è quanto mai provvidenziale, sebbene siano aperte solo due linee e non con tutte le stazioni, ma i lavori procedono bene e le aperture di nuove stazioni e linee sono pianificate sul breve e medio termine.

      Il Ladies Taxi Service, anche questo provato in prima persona, è eccellente, anche perchè le donne guidano con maggior attenzione e rispetto delle regole, mentre a volte mi è capitato di trovare taxisti uomini che pigiavano un po’ troppo sull’acceleratore. A Dubai si corre parecchio per strada, ma entro certi limiti si deve anche farlo, poiché le carreggiate lo consentono, essendo ampie, numerose e ottimamente tenute; ma oltre una certa velocità diventa comunque pericoloso e, in quel caso, conviene invitare il taxista a rallentare. Le Ladies Taxi Drivers, invece, pur mantenendo una buona velocità che consente la circolazione scorrevole delle auto, non si azzardano a manovre rischiose, offrendo peraltro solida esperienza di guida. Per usufruire di questo servizio – ricordiamo che è riservato alle donne, da sole o con i figli – basta telefonare ad uno dei radio taxi cittadini e richiederlo esplicitamente; naturalmente, si può anche incrociare una Lady Taxi Driver per strada, come nel mio caso, che si fermerà spontaneamente, se vedrà una o più donne in attesa di un taxi.

      La sicurezza dei viaggiatori sul Metro, infine, è molto elevata, poiché tutta l’infrastruttura che vi ruota intorno e la gestisce si basa su tecnologie all’avanguardia e su ogni tipo di accorgimento utile al funzionamento ottimale degli impianti sia sui treni che nelle stazioni. Sicurezza intesa invece rispetto ai rischi di furto o altro, è una parola quasi assoluta a Dubai, nel senso che, per una lunga serie di ragioni di natura politica, amministrativa, legale e sociale, la delinquenza è praticamente inesistente negli Emirati Arabi. Non a caso mi sono trovata molte volte a camminare da sola in quartieri tanto centrali quanto periferici, anche a tarda sera, e non ho mai vissuto la benché minima situazione di rischio.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s